lunedì 26 marzo 2018

Tutorial per la tavola di Pasqua

Manca meno di una settimana a Pasqua e, in questo tutorial, vi voglio mostrare come rendere speciale la tavola con uno dei simboli di questa festa: le uova.


Ho scoperto questa tecnica qualche anno fa grazie a un'amica lituana con cui abbiamo passato la Pasqua: il sabato abbiamo raccolto foglie e fiori spontanei nel parco e la domenica mattina abbiamo preparato le uova mentre le pietanze erano in forno.

Queste decorazioni sono ottenute con colori naturali, così, una volta pronte, le uova si possono servire in tavola da sgusciare e mangiare, sempre che non vi dispiaccia troppo distruggerle prima della fine del pranzo!


Sapete che il colore delle uova dipende dalla razza e dal piumaggio delle galline? Ho preso uova bianche e uova d'oca, un po' più piccole e rosate, da un allevatore della zona, ma ultimamente si trovano anche al supermercato. Comunque, anche le uova marroni sono perfette per queste decorazioni dai colori caldi e naturali. 


Ma ora veniamo al tutorial. Le uniche cose che vi serviranno sono bucce di cipolla bionda e rossa, un vecchio paio di collant e un filo di cotone, oltre alle uova e a foglie e fiori con cui decorarle.


Spennellate con dell'acqua le foglie e i fiori raccolti (1) in modo che aderiscano all'uovo (2) e fate la vostra composizione (3). Potete anche tamponare le foglie e i fiori con l'interno della buccia di una mela per ottenere più presa.


Avvolgete l'uovo nel collant facendo attenzione a non muovere le foglie (4). Tenetelo ben teso (5) e annodate il filo all'estremità inferiore dell'uovo (6).


Fatelo bollire con un normale uovo sodo in acqua e bucce di cipolla (7). Una volta pronto toglietelo dall'acqua (8) e dal collant, rimuovendo anche le foglie (9).

Usando bucce di cipolla rossa avrete uova più scure, ma potrete ottenere infinite varianti in base al colore iniziale dell'uovo, al tempo di cottura e alla quantità di bucce.
Scegliete foglie non troppo rigide e se optate per fiori o foglie un po' spesse fateli prima seccare sotto pressa.

Potete anche riciclare gusci rotti o vuoti per creare, come ho fatto io, eleganti segnaposti da mettere in tavola, giusto in tempo per l'arrosto di mamma!
E voi come trascorrerete queste feste: in famiglia, tra amici o sotto l'ombrellone in qualche luogo esotico? Qualunque programma abbiate vi auguro di passare al cosiddetta "Pasqua con chi vuoi"!

8 commenti:

  1. Davvero bellissime, ci voglio provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tingere con colori naturali è una cosa che mi ha sempre affascinato. Un abbraccio,
      Deb

      Elimina
  2. Ma che spettacolo!!! Un'idea geniale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena scoperta questa tecnica me ne sono innamorata. Per preparare questo tutorial mi sono divertita a creare mille sfumature diverse!

      Elimina