lunedì 29 gennaio 2018

Metti una sera a cena... a lume di candela

Mai come quest'anno blog e social si sono riempiti di cuori e tutorial pieni d'amore. Ma che ci posso fare se mi sento romantica? Ecco quindi la mia tavola di San Valentino in linea con questo mood. Alla base c'è ovviamente il riciclo creativo, di vasetti di vetro, ma anche di pagine di vecchi libri e spartiti.


Non urlate "sacrilegio" pensando a preziosi libri distutti senza pietà: queste pagine vengono da vecchi Harmony che mia nonna mi ha chiesto di donare alla biblioteca. Non ho avuto il cuore di dirle che in biblioteca, probabilmente, non se ne facevano nulla, ma ho subito pensato a dar loro uno scopo e una seconda vita. 


Considerato che le parole "cuore" "bacio" o "amore" compaiono più spesso che in un qualsiasi romanzo, sono testi perfetti per lo scopo!


E i vasetti? Quelli sono frutto di anni di accumulo di vasi della marmellata e ogni tipo di conserva. Devo confessarvi che spesso decido cosa comprare in funzione della forma e dimensione del vasetto, ma anche la colla utilizzata per le etichette influenza la mia scelta. Ci sono infatti alcuni tipi di colle che con il classico metodo dell'acqua bollente faticano a staccarsi: in questi casi ho scoperto che l'olio essenziale di ecucalipto fa miracoli, ne bastano poche gocce e l'etichetta si staccherà con facilità, inoltre il profumo è decisamente più piacevole di quello di alcol, acetone o qualsiasi prodotto provato fin'ora.


E voi che programmi avete per San Valentino? Cena in casa, ristorantino romanitico o divano in compagnia di Netflix? Qualunque sia la vostra serata ideale l'importante è che non manchi l'amore, che sia per il vostro compagno, il vostro gatto o per voi stessi!

6 commenti:

  1. Meravigliosa semplicità! Complimenti.
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gio, spesso le cose più semplici sono anche le più eleganti

      Elimina
  2. Risposte
    1. Obrigado! Feliz 2018 para você também! Debora

      Elimina
  3. Che belle decorazioni. Evviva il riciclo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene Sabrina: evviva il riciclo, ancora meglio se creativo!!

      Elimina