giovedì 1 dicembre 2016

Tavola rustica per la tradizionale cena da Alice

Dopo il post su Halloween, festa "importata" ma sempre più diffusa qui da noi, ecco che vi mostro l'allestimento fatto per la ben più nostrana commemorazione dei Morti.
Può sembrare macabro o forse un po' antico, ma io adoro le tradizioni, vecchie o nuove che siano. Qui da me salamini con fagiolini con l'occhio sono il pasto tradizionale di questa festa e ormai da parecchi anni l'associazione culturale Alice Nella Città invita i suoi iscritti per una cena golosa.
Con questo spirito un po' vintage ho pensato a un allestimento tra il classico e il rustico, che si sposava perfettamente con la sede dell'associazione.


A casa di mia nonna, un luogo magico che da decenni raccoglie tutto quello che non serve più a figlie e nipoti, avevo recuperato dei rotoli di carta da parati che si sono dimostrati perfetti per l'occasione.


Al posto delle tovaglie sui tavoli in legno ho usato runner di carta da parati damascata e tovagliette di carta paglia. Qualche candela per fare atmosfera e zucche bianche a richiamare la vellutata servita come primo. Per posate, bicchieri e piatti ho scelto materiale biodegradabile che, oltre a sposarsi perfettamente con il resto, da una mano all'ambiente.
Il centrotavola di piante grasse ha riscosso talmente successo che ho pensato di svelarvi come l'ho preparato, potrebbe essere un'idea per la tavola di Natale o Capodanno.


Cercando tutorial su come svuotare una zucca ho trovato su Pinterest un trucchetto per evitare di intagliarla. Niente di più semplice che usare della spugna per fiori imbevuta d'acqua, che ho fissato alla zucca con del nastro adesivo. Poi non resta che procedere come per una qualsiasi composizione floreale. Per sottolineare l'aspetto rustico dell'allestimento ho dipinto di bianco la zucca e usato le piante grasse del mio balcone (belle, resistenti e soprattutto gratis!), ma in base alla vostra tavola potete mantenere il colore originale della zucca e fare una composizione di fiori.


E che fare di tutte le foglie che inevitabilmente cadranno a terra? Semplice, basta metterle a riposare in un vaso con della terra e aspettare che spuntino nuove piantine per ripopolare i vasi saccheggiati!


4 commenti:

  1. Post molto interessante e bellissimo blog! Mi sono iscritta con piacere ai tuoi lettori fissi e se ti va di ricambiare ti aspetto sul mio blog:
    http://marycosmesi.blogspot.it
    Baci
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere di conoscerti Mary! Verrò volentieri a scoprire il tuo blog!

      Elimina
  2. Questo blog è un amore!!! Mi piace molto nei colori e nella semplicità :-)

    https://ilmiomondoinunpost.blogspot.fr/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessia, è un piacere conoscerti!

      Elimina