martedì 15 novembre 2016

Zucche, non solo ad Halloween

E' con un certo senso di colpa che torno a scrivere sul blog dopo ben 2 mesi! Non mi sono ritirata su un'isola deserta come Olivia Pope, in questi due mesi - oltre a lunghissime maratone di serie tv - ho creato allestimenti e kit party, ma mi è mancato il tempo per mostrarveli o preparare dei tutorial. 
So che questo va contro ogni regola SEO, ma la cartolina di Anabella appesa in bacheca mi ricorda ogni giorno di "fare ciò che amo": per quanto il blog sia uno strumento magnifico, che mi ha permesso di costruire rapporti di amicizia e stima, in questi mesi un po' incasinati ho preferito dedicarmi alla mia famiglia e a fare, anzichè scrivere.



Le occasioni per far festa non sono comunque mancate, soprattutto nel week-end di Halloween: Lidia ha voluto per la sua Aurora un allestimento un po' gotico, con decorazioni grigie e nere, ragnatele e pipistrelli a far da cornice alla cooking class a tema di Alessandra.



Mentre Elisa ha organizzato per i piccoli alunni della sua scuola un rinfresco pieno di zucche, bandierine arancioni e dolcetti golosi.


Non contenta degli allestimenti consegnati a Lidia ed Elisa, ho pensato di aggiungere anche da me qualche decorazione, disseminando di piante grasse, candele e zucche bianche i gradini di casa, in attesa che qualche mostriciattolo venisse a suonarci in cerca di dolci.



La notte di Halloween, con la complicità di una musica spettrale suonata da mio marito, l'atmosfera era abbastanza sinistra, ma spente le luci rosse e messo via il synth, le decorazioni hanno assunto l'aspetto di un allestimento autunnale, tanto che, come ho spiegato all'idraulico mentre le guardava perplesso, ho deciso di lasciarle fino al mio compleanno.


Ogni anno mi scontro con chi considera Halloween una festa illegittima, quasi blasfema. Personalmente non la considero poi tanto diversa dalle celebrazioni dei Morti del 2 novembre. Quindi largo a nuove festività, senza dimenticare di portare avanti le tradizioni del nostro territorio. 
E' proprio con questo spirito che ho voluto contribuire all'ormai tradizionale cena a base di fagioli dall'occhio e salamini da Alice nella Città, ma questa è un'altra storia e sarà un altro post, prometto che non farò passare altri due mesi!

2 commenti:

  1. Bellissime decorazioni..come sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina, mi dispiace quasi togliere le decorazioni dai gradini, ma le piante iniziano ad avere freddo!

      Elimina