giovedì 16 luglio 2015

Un'Idea per le Talee

Con questo caldo le uniche piante che riesco a tenere nel vaso (che quindi devono a me e alla mia costanza nell'irrigazione la sopravvivenza) sono le piante grasse o, per dirla con un termine più gentile, succulente. Così, con una lungimiranza inconsueta, il mese scorso ho preparato delle talee per poter affrontare i periodi più afosi con un bell'angolo verde all'ingresso.


Uno dei progetti di cui mi sono innamorata la prima volta che ho scoperto il mondo incantato di Pinterest è stato il riciclo creativo delle lampadine. Mi ero già cimentata in questa impresa per il Brico Breakfast, ma da allora, come una formichina, ho accumulato tutte le vecchie lampadine a incandescenza che mi capitavano a tiro, fino a raggiungere un numero dignitoso per i miei piani.
Passato un mesetto e capito quali piante sono più adatte a questo tipo di moltiplicazione, ho invasato tutto. Ora posso mostrarvi orgogliosa una parte del mio angolino e illustrarvi il mio progetto.


Di tutorial su come "sfilettare" le lampadine Pinterest è pieno. Il metodo è piuttosto semplice e sempre uguale: occorre solo avere un po' di delicatezza e, quando serve, dare il colpo di grazia. Alcune lampadine risulteranno più ostiche e qualcuna magari vi si romperà tra le mani come è successo a me!


Nel mio tutorial invece vi mostrerò come ho trasformato le lampadine in piccoli vasetti da riempire d'acqua per far radicare le talee. Serviranno solo delle pinze e 40 cm di fil di ferro o rame per ogni lampadina.







Ho tagliato 35 cm di fil di ferro e creato un occhiello a 10 cm dall'inizio di un capo. Ho poi avvolto il fil di ferro intorno alla lampadina e stretto alla base attorcigliandolo.

Con l'aiuto della pinza ho creato un'altro occhiello e tagliato il lembo più corto di fil di ferro. Ho infilato il filo restante nell'occhiello precedentemente creato e chiuso con una pinza.

Con 5 cm di fil di ferro ho fatto un piccolo gancio per poter appendere la lampadina. Per prima cosa ho ripiegato le estremità, per poi, con l'aiuto delle pinze, dare al gancio una forma a S.
I gancetti si possono appendere a dei rami o, come ho fatto io, fissare a del filo di nylon per farli scendere dal soffitto.

Sono orgogliosa del risultato; mi dispiace solo aver scoperto questo riciclo creativo proprio ora che le lampadine a incandescenza sono ormai in via di estinzione, ma spero di riuscirne a recuperare ancora un po': in famiglia sanno che, quando si brucia una lampadina, prima di buttarla devono mostrarla a me!

8 commenti:

  1. Che carino questo tutorial!! Hai creato un angolo verde troppo carino!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina! Almeno ho la sensazione di un po' di frescura :)

      Elimina
  2. Beeelle! Di lampadine ad incandescenza mi sa che non ne ho più, ormai sono fuorilegge, ma l'idea mi stuzzica un sacco!
    Solo tu puoi avere dei martelli con gli occhi, bellissimi! Quello in basso nella foto mi ricorda la mia micia quando la chiamo e non ha voglia di alzarsi. Mi piacciono anche le foto, soprattutto l'ultima del post: chapeau!
    Baci e a presto
    Chiara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pur trasformare il marito in un'ometto di casa ho riempito la cassetta di attrezzi simpatici. Devo dire che ha funzionato! Il martello piccolo è l'Ingegnere: supervisiona tutti i nostri lavori! A prestissimo!

      Elimina
  3. Bellissimo il riciclo delle lampadine! Peccato che adesso quelle fatte così si trovino con molta difficoltà, avevo pensato anche io a riciclarle ma dovrò scavare in soffitta per vedere se ce ne sono ancora...
    Un bacione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il mio rammarico è quello di aver scoperto troppo tardi questo tutorial, ma dalla nonna ne ho trovate una buona scorta... e intanto la aiuto a fare un passo verso il risparmio energetico! Un abbraccio!

      Elimina
  4. le amoooooo!!!!!!!!!! ^_^
    preparo subito la "scatolaperlampadinevecchie"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Affrettati, prima che si estinguano del tutto :)

      Elimina